Teramo contro le barriere architettoniche

19/11/2015 - Un gesto simbolico, utile però ad aprire gli occhi di chi spesso è troppo distratto per guardare con attenzione ai problemi degli altri, oltre che ai propri. A Teramo, giornalisti e amministratori, in due momenti diversi, fanno i conti con le barriere architettoniche. Disabili per un giorno. Sindaco, assessori e consiglieri, infatti, hanno provato ad andare in giro per la città seduti su una sedia a rotelle.

Qualche giorno prima era stata la stampa locale a fare questa esperienza “impossibile”. A sollevare il problema, l’associazione Carrozzine Determinate che, provocatoriamente, ha acquistato un sacchetto di cemento e l’ha donato all’amministrazione. C’è da dire che in sette giorni, dopo aver toccato con mano queste difficoltà, l’amministrazione ha provveduto a mettere a norma la pedana dell'ingresso dei disabili al palazzo del Comune.

Tanto c’è ancora da fare, non solo a Teramo ma da questa città arriva un messaggio chiaro: è il momento di guardare con attenzione ai disagi che quotidianamente creano ulteriori ostacoli alla vita dei cittadini con disabilità. Le carrozzine per disabili rappresentano un mezzo di trasporto indispensabile, una guida dettagliata per scegliere la soluzione più adeguata alle singole esigenze è online, consultabile gratuitamente sul sito AbilityChannel. Oggi, questi strumenti, chiamati a facilitare la locomozione autonoma e a salvaguardare il benessere fisico della persona, sono capaci di rispondere efficacemente alle specifiche esigenze rilevate dai singoli clienti.

Carrozzine per disabili: cosa sono e quante tipologie esistono?

La sedia a rotelle, o carrozzina, è un dispositivo mobile su ruote che viene utilizzato da persone con ridotta mobilità o del tutto prive della possibilità di camminare. In commercio se ne trovano tante, di diverse tipologie. È importante procedere a un’analisi funzionale della disabilità a cui rispondere per esser certi di fare l’acquisto migliore. Il consiglio del medico, inoltre, è di fondamentale importanza per orientarsi al meglio. Le sedie a rotelle possono essere suddivise in tipologie secondo due differenti criteri: le caratteristiche tecniche e il tipo di trazione. Rispondono alla prima macroarea le carrozzine leggere, quelle superleggere, le carrozzine elettriche, le sedie a rotelle pieghevoli, quelle da mare, quelle per bambini, le carrozzine per lo sport e quelle da bagno. Nella seconda categoria, invece, vanno a inserirsi le carrozzine a trazione manuale e quelle a trazione elettrica.

Come scegliere la propria sedia a rotelle

Nella scelta, come anticipato, gioca un ruolo determinante l’esigenza del singolo paziente. Solitamente, le carrozzine rispondono a esigenze comuni, come facilitare la locomozione autonoma, i trasferimenti, ma è opportuno tenere conto, a seconda delle esigenze, anche di variabili quali: il trasporto in auto, il supporto anche per l’uso degli arti superiori, la necessità d prevenire l’insorgere di piaghe da decubito o patologie da sovraccarico. Comodità e trasportabilità sono esigenze condivise, fondamentale, infatti, oltre a garantire comfort, è anche la possibilità di prevenire dolori posturali cronici. Per questo è necessario analizzare al meglio sia le diverse tipologie di sedie a rotelle esistenti che le loro parti costituenti, senza tralasciare gli accessori. Per coloro che decidono di acquistare in proprio una sedia a rotelle sono previste anche agevolazioni fiscali e la possibilità di detrarre, in sede di dichiarazione dei redditi, parte della spesa sostenuta. La guida alle agevolazioni fiscali può essere consultata e scaricata dal sito della Agenzie delle Entrate. Il volume riporta agevolazioni, detrazioni e sconti a favore dei contribuenti con disabilità. Per tutti colori con invalidità riconosciuta superiore al 34 per cento, le sedie a rotelle sono concesse gratuitamente o in modalità semi-gratuita dal Sistema sanitario nazionale. Il Nomenclatore Tariffario stabilisce le tipologie e le modalità di fornitura degli ausili garantiti dal Sistema sanitario nazionale.





Questo è un articolo pubblicato il 19-11-2015 alle 14:30 sul giornale del 20 novembre 2015 - 876 letture

In questo articolo si parla di disabili, attualità, barriere architettoniche, articolo, Anna Capuano

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aqEd