Sant'Egidio alla Vibrata - Truffa e ricettazione: denunciati tre napoletani

04/11/2013 - Tre denunciati, tra cui una donna, per truffa e ricettazione. Il terzetto aveva escogitato un ingegnoso stratagemma per raggranellare euro a danno di ignari contribuenti. Complice un dipendente pubblico che provvedeva a 'fermare' i mandati di pagamento diretti ai legittimi creditori.

Nella fattispecie ci sarebbe stata anche la collaborazione di qualche dipendente dell’Agenzia delle Entrate e/o delle poste che consegnava ai truffatori, certamente dietro lauti compensi, dopo averli intercettati, alcuni mandati di pagamento che appunto l’Agenzia delle entrate inviava ai creditori per somme pagate evidentemente dagli stessi in eccesso.

I mandati di pagamento, diretti a cittadini del Lazio, della Campania e della Puglia, venivano in un primo momento 'fermati' e captati dal dipendente fedigrafo che li consegnava a tre napoletani.

Gli stessi, una volta venuti in possesso della documentabione attestante il credito, con deleghe false, intascavano le somme relative presso gli uffici postali della Val Vibrata e di altre zone d’Italia.

i carabinieri della compagnia di Alba Adriatica, diretti dal capitano, Raffaele Iacuzio, e quelli della stazione di Sant'Egidio alla Vibrata, guidati dal m.a.s.ups Mario De Nicola, hanno in tale modo identificato e denunciato a piede libero tre napoletani r.p. dell’80, f.m. del ’71 ed una donna r.f. del ’70, che hanno intascato la somma fino ad ora accertata di € 10.000 circa.





Questo è un articolo pubblicato il 04-11-2013 alle 13:56 sul giornale del 05 novembre 2013 - 337 letture

In questo articolo si parla di cronaca, Alfonso Aloisi, truffa, ricettazione, tre napoletani, val vibrata, sant'egidio alla vibrata, carabinieri, compagnia di alba adriatica, stazione di sant'egidio alla vibrata, mandati di pagamento

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/TYh